Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

L'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI)

 

L'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI)

L’Organizzazione Mondiale per la Proprieta’ Intellettuale (OMPI) è stata istituita dalla Convenzione di Stoccolma del 14 luglio 1967, entrata in vigore nel 1970, e conta oggi 188 Paesi membri. Nel 1974 e’ divenuta Agenzia specializzata delle Nazioni Unite.  

Mandato dell’Organizzazione e’ di promuovere nel mondo l’utilizzo e la protezione dei diritti di proprieta’ intellettuale, per la funzione che essi hanno d’incentivo all’innovazione e alla creativita’. L'OMPI persegue tali obbiettivi attraverso le sue molteplici attivita', che comprendono:

  • l'esame e la registrazione internazionale di brevetti, marchi, disegni industriali e denominazioni di origine, al fine di facilitare inventori e aziende nel conseguimento della protezione nei Paesi membri dell'Organizzazione;
  • servizi di arbitrato e mediazione per la risoluzione di controversie tra privati, incluse le dispute riguardanti l'utilizzo abusivo di marchi o altre denominazioni protette nei nomi di dominio su internet;
  • la promozione di norme e "standards" comuni, sotto forma di Trattato o di Raccomandazione non vincolante, per l'armonizzazione delle legislazioni dei Paesi membri sulla protezione e sulle procedure di riconoscimento dei diritti di proprieta' intellettuale;
  • assistenza tecnica e "capacity building" ai Paesi in via di sviluppo (PVS) e ai Paesi meno avanzati (PMA) nell'adozione di politiche di incentivo all'innovazione e alla creativita', nell'attuazione dei Trattati internazionali sulla proprieta' intellettuale, nel miglioramento dei servizi offerti dagli Uffici Brevetti e Marchi agli operatori privati;
  • la creazione di banche dati, piattaforme e reti informatiche per la diffusione e scambio di informazioni su brevetti, marchi e altre denominazioni per le quali e' richiesta protezione.

L'OMPI amministra 26 Trattati in materia di brevetti, marchi, disegni industriali, denominazioni di origine e diritto d'autore.

Direttore Generale dell'OMPI e' l'australiano Francis Gurry, in carica dal 1 ottobre 2008 e che, nel maggio 2014, è stato rieletto per un secondo mandato che scadrà nel settembre 2020. 

Il concetto moderno di Protezione dei Diritti della Proprietà Intellettuale è nato in Italia. Più precisamente, nel 1474 quando la Repubblica di Venezia approvò la prima legge al mondo sulla protezione dei brevetti.

Italia vuol dire invenzioni, innovazione, creatività e tradizione. Tutto cio’ e’ realizzato attraverso una protezione adeguata di brevetti, marchi, disegni industriali, indicazioni geografiche e diritti d’autore.

Attraverso la sua partecipazione ai lavori dell’OMPI, l’Italia e’ impegnata a rafforzare e sviluppare il sistema di protezione della proprieta’ intellettuale sia a livello nazionale che internazionale.

L’Italia sostiene in particolare l’aggiornamento del quadro normativo internazionale, affinche’ risponda alle necessita’ dell’industria e della societa’ civile; l’assistenza tecnica ai PVS e PMA; la valorizzazione del potenziale innovativo delle Piccole e Medie Imprese; le attivita’ di informazione e sensibilizzazione sui benefici derivanti dal rispetto dei diritti di proprieta’ intellettuale; la promozione e la tutela delle indicazioni geografiche.

L’Italia e’ uno dei maggiori contributori dell’OMPI, essendo tra i principali Paesi di provenienza delle domande di brevetti, marchi e disegni industriali presentate all’Organizzazione ai fini dell’esame e della registrazione internazionale.

 

Sito web: www.wipo.org


52