This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

A Ginevra l’High Mountains Summit rilancia l’impegno internazionale a tutela delle montagne. Italia in prima linea nell’impegno collettivo, azione urgente a tutela generazioni presenti e future

Date:

10/31/2019


A Ginevra l’High Mountains Summit rilancia l’impegno internazionale a tutela delle montagne. Italia in prima linea nell’impegno collettivo, azione urgente a tutela generazioni presenti e future

Si e' chiuso oggi a Ginevra presso l'Organizzazione Mondiale della Meteorologia il primo "High Mountain Summit", dedicato agli ecosistemi di alta montagna minacciati dai cambiamenti climatici in atto.

"Questo summit ha posto al centro dell'attenzione mondiale i delicati ecosistemi delle montagne” ha commentato l'Ambasciatore Gian Lorenzo Cornado, Rappresentante Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Ginevra: "gli ecosistemi di alta montagna ed in particolare i ghiacciai rappresentano infatti una preziosissima riserva di acqua dolce, e sono situati in prossimità delle aree più densamente popolate del mondo”.

Si calcola infatti che piu' di 1 miliardo di persone dipendano per il proprio approvvigionamento idrico dalle acque provenienti dai ghiacciai in alta quota, oggi in rapido scioglimento a causa dell'innalzamento termico.

“Come ha sottolineato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in occasione del suo intervento all’Assemblea Generale ONU, è necessaria un’azione collettiva, consapevoli dell’impatto che i cambiamenti climatici stanno esercitando sulle generazioni presenti e future”.

Nel corso del Summit, esperti da tutto il mondo hanno identificato priorità per promuovere uno sviluppo sostenibile dell’ambiente montano e metodi per ridurre i rischi di disastri naturali nelle aree più esposte. La delegazione italiana era guidata dal Gen. Silvio Cau dell"Aeronautica Militare, Rappresentante Permanente presso l'Organizzazione Meteorologica Mondiale.

A conclusione del Summit è stata adottata una "Call for Action" indirizzata ai Governi di tutto il mondo per l’adozione di azioni mirate, attraverso adeguati strumenti scientifici e legislativi.

La “Call for Action” invoca l'adozione di sistemi condivisi di misurazione dei fenomeni in atto e la messa a disposizione di nuove conoscenze di meteorologia e climatologia, a beneficio di tutte le popolazioni coinvolte.

Clicca sul link per i dettagli della Call for Action:  https://public.wmo.int/en/media/press-release/mountain-summit-issues-call-action-climate-change 


751