Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Intervento dell’Italia in occasione del Dialogo Interattivo con l'Esperto Indipendente sulla situazione dei diritti umani in Somalia nel quadro della 48ma sessione del Consiglio Diritti Umani

Data:

06/10/2021


Intervento dell’Italia in occasione del Dialogo Interattivo con l'Esperto Indipendente sulla situazione dei diritti umani in Somalia nel quadro della 48ma sessione del Consiglio Diritti Umani

Il Rappresentante Permanente d'Italia presso le Nazioni Unite e le altre Organizzazioni Internazionali a Ginevra, Amb. Gian Lorenzo Cornado, è intervenuto oggi in occasione del dialogo interattivo con con l'Esperto Indipendente sulla situazione dei diritti umani in Somalia, Signora Isha Dyfan, durante la 48ma sessione del Consiglio Diritti Umani.

L'Ambasciatore Cornado ha elogiato la Somalia per il suo impegno nel rafforzare la promozione e la protezione dei diritti umani e per la sua collaborazione con il sistema internazionale dei diritti umani, compresi gli Organi dei Trattati delle Nazioni Unite e il meccanismo dell’UPR. Egli ha inoltre espresso apprezzamento per gli sforzi della Somalia nell’affrontare l'impatto del COVID-19, nel difficile contesto del conflitto armato prolungato e della grave situazione umanitaria.

Alla luce dell'allarmante aumento dei casi segnalati di violenza sessuale e di genere contro donne e bambini nel contesto della pandemia, l'Ambasciatore Cornado ha incoraggiato la Somalia a intensificare gli sforzi per continuare a promuovere la parità di genere e combattere tutte le forme di violenza basata sul genere, nonché per prevenire le violazioni e gli abusi contro i bambini. Egli ha inoltre ribadito la preoccupazione dell'Italia per il persistere delle violazioni e degli abusi dei diritti umani e delle violazioni del diritto internazionale umanitario, tra cui i matrimoni infantili, precoci e forzati, le mutilazioni genitali femminili, il reclutamento e l'impiego di bambini nei conflitti armati e la loro detenzione, l'applicazione della pena di morte, nonché gli attacchi, gli arresti e le intimidazioni ai danni di difensori dei diritti umani, giornalisti e operatori dei media.

Infine, nel rinnovare l'appello alle Autorità somale ad attuare gli obblighi del Paese in materia di diritti umani, l’Ambasciatore Cornado ha ribadito che l'Italia sostiene pienamente il mandato dell'Esperto Indipendente.


1021