Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Intervento dell’Italia a Comitato ad hoc per l’annuncio dei contributi volontari al Programma dell’Alto Commissariato per i Rifugiati

Data:

07/12/2021


Intervento dell’Italia a Comitato ad hoc per l’annuncio dei contributi volontari al Programma dell’Alto Commissariato per i Rifugiati

Il Rappresentante Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Ginevra, Ambasciatore Gian Lorenzo Cornado, ha preso parte oggi alla riunione del Comitato ad Hoc per l’annuncio dei contributi volontari al Programma dell’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), presieduto dall’Alto Commissario, Filippo Grandi.

L'Ambasciatore Cornado ha sottolineato anzitutto il forte sostegno e l’apprezzamento dell’Italia per le attività svolte da UNHCR a favore di rifugiati, richiedenti asilo, apolidi, sfollati interni e forzati in tutto il mondo.

Egli ha evidenziato come, a fronte di crescenti esigenze di protezione e di bisogni umanitari,la comunità internazionale debba affrontare nuove sfide derivanti da crisi complesse, che sono ulteriormente aggravate dalla pandemia di COVID-19, con un impatto ancora maggiore su coloro che si trovano in condizioni di vulnerabilità, tra cui donne, bambini, ragazze adolescenti, persone con disabilità e persone appartenenti a minoranze.

L’Ambasciatore Cornado ha quindi ricordato che, nel 2021, l'Italia non solo ha mantenuto il suo sostegno alle attività dell'UNHCR nel mondo, ma ha anche incrementato il contributofinanziario, fornendo fondi per contesti di crisi quali l'Afghanistan, la situazione siriana e quella del Sahel. Egli ha inoltre indicato che, in attesa dell'approvazione della legge di bilancio per il 2022, l’Italia garantirà il proprio contributo per assicurare la continuità delle operazioni dell'Agenzia.


1058