Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Intervento dell’Italia in occasione del Dibattito annuale sui diritti delle persone con disabilità, nel corso della 49esima sessione del Consiglio Diritti Umani

Data:

14/03/2022


Intervento dell’Italia in occasione del Dibattito annuale sui diritti delle persone con disabilità, nel corso della 49esima sessione del Consiglio Diritti Umani

Il Rappresentante Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite e le altre Organizzazioni Internazionali a Ginevra, Ambasciatore Gian Lorenzo Cornado, è intervenuto oggi al Dibattito interattivo annuale sui diritti delle persone con disabilità, dedicato al tema “Statistiche e raccolta di dati ai sensi dell’articolo 31 della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità”, nel quadro della 49esima sessione del Consiglio Diritti Umani.

“Nel corso degli ultimi dieci anni, l’Italia ha moltiplicato i suoi sforzi per promuovere e garantire l’inclusione sociale, l’empowerment e la partecipazione significativa ed effettiva delle persone con disabilità in tutti i settori della vita pubblica”, ha dichiarato l’Ambasciatore Cornado, il quale ha sottolineato che la raccolta di dati statistici si è rivelata essenziale per l’elaborazione di politiche e misure volte ad attuare i diritti delle persone con disabilità, secondo i principi di uguaglianza e non discriminazione, e in modo da contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Il Rappresentante Permanente d’Italia ha ricordato l’importanza di un approccio integrato e basato sui diritti umani, nonché la necessità di raccogliere dati relativi alle barriere attitudinali, fisiche, informative o istituzionali che le persone con disabilità fisiche e intellettive devono affrontare, incluso in relazione all’accesso ai trasporti, all’assistenza sanitaria, all’istruzione, allo sport e ad altri servizi, nonché all’accesso alle tecnologie.

In Italia, l’ISTAT ha recentemente sviluppato un Registro sulla Disabilità, che raccoglie tutti i dati esistenti, al fine di fare il punto dello stato attuale, dei progressi realizzati e delle lacune da colmare. L’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, in collaborazione con l’ISTAT, sta inoltre definendo una serie di indicatori per il monitoraggio dell’occupazione, della partecipazione alla vita sociale e della mobilità attraverso il trasporto pubblico delle persone con disabilità.

L’Ambasciatore Cornado ha concluso il suo intervento ribadendo l’impegno dell’Italia per la tutela e la promozione dei diritti delle persone con disabilità, e il suo contributo all’azione di sensibilizzazione e alla miglior comprensione dei loro bisogni.

Leggi l’intervento integrale.


1097