Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Moldova. Fornitura di beni umanitari della Cooperazione Italiana in favore dei rifugiati provenienti dall’Ucraina e intervento del Fondo Migrazioni per assistenza a minori

Data:

16/03/2022


Moldova. Fornitura di beni umanitari della Cooperazione Italiana in favore dei rifugiati provenienti dall’Ucraina e intervento del Fondo Migrazioni per assistenza a minori

Nell’ambito degli sforzi messi in campo dall’Italia per rispondere all’emergenza in Ucraina, la Cooperazione Italiana ha organizzato due spedizioni umanitarie, una via terra e l’altra con volo aereo, partite dalla Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite a Brindisi (UNHRD) l’11 e il 14 marzo. Complessivamente sono partite per la Moldova circa 20 tonnellate di beni di prima necessità e accoglienza (tra cui tende, generatori, coperte, stufe, kit igienico-sanitari, servizi igienici da campo, set da cucina e cisterne per la raccolta d’acqua) per sostenere le Autorità moldave nell’assistenza dei rifugiati ucraini in fuga dal Paese. Le operazioni sono state realizzate dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile e nell’ambito del Meccanismo Europeo di Protezione Civile.

Inoltre, in aggiunta al finanziamento complessivo di 10 milioni di euro della Cooperazione Italiana per interventi umanitari nei Paesi di accoglienza dei rifugiati ucraini, inclusa la Moldova, la Farnesina, attraverso il Fondo Migrazioni, ha messo a punto un intervento con UNHCR del valore di 10 milioni di euro focalizzato sulle esigenze dei minori e sulla protezione dei più fragili arrivati in Moldova, che è il principale Paese non appartenente all’UE interessato da massicci flussi di rifugiati. In particolare, tale finanziamento servirà a sostenere le Autorità locali nell’assistenza ai minori, nel potenziamento del sistema nazionale di asilo, nonché nella formazione degli operatori locali nell’identificazione e assistenza dei soggetti vulnerabili e con bisogni specifici di protezione.


1099