Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Forum globale per l’armonizzazione dei regolamenti dei veicoli. Italia rieletta alla Presidenza

Data:

17/11/2022


Forum globale per l’armonizzazione dei regolamenti dei veicoli. Italia rieletta alla Presidenza

Nel corso della 188ma sessione del Forum globale per l’armonizzazione dei regolamenti dei veicoli – WP.29 svoltasi dal 14 al 16 novembre a Ginevra, i delegati hanno rieletto alla Presidenza del Forum l’Ing. Antonio Erario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il Forum è un organismo intergovernativo permanente nel sistema delle Nazioni Unite istituito con l’obiettivo di regolamentare nell’ambito dei due principali accordi internazionali da esso amministrati (Accordo del 1958 e del 1998) la costruzione dei veicoli stradali al fine di migliorarne la sicurezza e ridurre l’impatto sull’ambiente prodotto dalle emissioni inquinanti e di CO2, contribuendo così al raggiungimento degli obiettivi dell’ONU di sviluppo sostenibile n. 3, 7, 9, 11 e 13.

La partecipazione ai lavori del WP.29 include Paesi chiave nel settore automobilistico quali Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea, Giappone, India, Sud Africa, USA. Per l’Unione europea e per l’Italia il WP.29 riveste un ruolo strategico, poiché nel 2012 è stato deciso a Bruxelles che la corrispondente legislazione comunitaria fosse progressivamente abrogata a favore dei regolamenti di Ginevra che sono divenuti di osservanza obbligatoria nell’Unione Europea. Il WP29 è assistito da sei gruppi di lavoro che operano su tematiche verticali (sicurezza attiva e passiva, automazione dei veicoli e la loro connettività, inquinamento e rumore), uno dei quali è presieduto dall’Italia.

La rielezione dell’Ing. Antonio Erario alla presidenza del WP.29, che si riunisce tre volte l’anno, è un riconoscimento all’impegno italiano profuso nel settore automotive con l’obiettivo di migliorare la sicurezza stradale, proteggere l’ambiente e salvaguardare la competitività della filiera produttiva anche alla luce delle nuove sfide poste dalla necessità di giungere ad una progressiva decarbonizzazione del settore dei trasporti ed alla sua automazione.


1171