Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Centri di ricerca ed Università a Ginevra

 

Centri di ricerca ed Università a Ginevra

Ginevra rappresenta, come noto, uno dei principali snodi del multilateralismo e della cosiddetta “multi-stakeholder diplomacy”, partecipata da attori di varia natura, non solo statale. In questa ottica si elencano di seguito i principali centri di ricerca qui operativi ed attivi nell'organizzazione di seminari e conferenze, anche in collaborazione con le numerose Organizzazioni Internazionali presenti a Ginevra.


The Academic Council on the United Nations System (ACUNS)
Trattasi dell’ufficio ginevrino dell'organismo creato nel 1987 al fine di studiare il sistema delle Nazioni Unite e le altre organizzazioni internazionali. L’Acuns si presenta come un’associazione internazionale di studenti, ricercatori e professori. Dal 1995 viene pubblicata la rivista “Global governance: a review of multilateralism and international organizations”.

 

The Center for International Environmental Law (CIEL)
Organizzazione non a scopo di lucro, con uffici a Washington e a Ginevra, che si occupa di cambiamento climatico, biodiversità, commercio e sviluppo sostenibile, istituzioni finanziarie internazionali, diritti umani e ambiente. Nel 1998 è stato avviato un programma denominato Human Rights and Environment (HRE), focalizzato in particolare sui diritti dei popoli indigeni. Il CIEL segue inoltre con attenzione i lavori dell’OMC, dell'OMPI nonché la formazione di aree di libero scambio.

 

Collegio Universitario Henry Dunant
Il Collège Universitaire Henri Dunant (CuDH) prende il posto nel 2005 dell’Université d'été des droits de l'homme et du droit à l’éducation, creata nel 1995. Il collegio organizza corsi di breve durata in diritti dell'uomo. Le attività sono focalizzate sulla promozione del dialogo inter-culturale e sulla promozione dei diritti economici, sociali e culturali. La pubblicazione "Vers une culture des droits de l'homme è disponibile on-line alla pagina delle pubblicazioni.

 

Diplofoundation
La DiploFoundation è una organizzazione non a scopi di lucro che nel giugno del 2006 ha ottenuto lo status consultivo presso l'ECOSOC.
Il centro, con uffici a Ginevra, Malta e Belgrado, offre corsi sulla "cyber diplomacy", la "public diplomacy", la teoria e pratica della diplomazia e l'internet governance.
La DiploFoundation ha inoltre pubblicato su vari aspetti della diplomazia moderna, tra cui la "multi-stakeholder diplomacy".

 

Università di Ginevra
Accademia fondata nel 1559 da Calvino e divenuta Università nel 1873. Essa consta di sette facoltà (scienze, medicina, arte, scienze economiche e sociali, psicologia ed educazione, legge, teologia). Trattasi della seconda università in Svizzera tra l'altro specializzata in ricerca applicata- con circa 15 mila studenti, il 38% dei quali stranieri. Tra gli enti ai quali ha dato vita l’Università mette conto menzionare il "Centre universitaire d'étude des problèmes de l'énergie" nonché l'Istituto Europeo.

 

European Institute of the University of Geneva
Creato nel 1963 da Denis de Rougement, l'istituto coordina e promuove programmi di insegnamento pluri-disciplinari in studi europei.
Le ricerche pubblicate per la collana "Euryopa" sono disponibili alla pagina Collection Euryopa.
In collaborazione con l'Istituto di sociologia dell'Università libera di Bruxelles, viene inoltre pubblicata la rivista "Transitions", dedicata all'Europa centrale, orientale e, in generale, all'ex Unione sovietica (alcuni articoli sono disponibili on-line).

Presso l'istituto ha studiato anche Manuel Barroso, attuale Presidente della Commissione europea.

 

Webster University
La Webster University è un ateneo privato americano non-profit con sede principale a Webster Groves, Missouri.
I campus internazionali sono disseminati in diversi Paesi europei, inclusi la Svizzera, l'Austria e l'Olanda. Altri sono anche in Asia ed Africa, tra cui Tailandia, Cina e Ghana.

 

Graduate Institute of International and Development Studies
Fondato nel 1927 al tempo della Società delle Nazioni da William Rappard e Paul Mantoux (denominato all'epoca "Graduate Institute of International Studies  HEI"), tale centro si occupa di tematiche afferenti allo sviluppo, al diritto, all'economia, alla storia, alla scienza della politica, al commercio (attraverso il "Centre for trade and economic integration"), ai conflitti e alle dinamiche di ricostruzione post-conflitto (istituito un "Centre on conflict, development and peace-building"). Tra le varie articolazioni ed iniziative di questo importante e prestigioso istituto figurano il "Centre for International Governance", il "Programme for the study of global migration" ed il "Centre d'études asiatiques”.

Da segnalare, infine, che presso il Graduate Institute hanno studiato Kofi A. Annan, Mohamed ElBaradei, Micheline Calmy-Rey e Jakob Kellenberger.

 

Geneva Centre for Security Policy (GCSP)
Fondazione internazionale creata nel dicembre del 1995, intesa come contributo concreto della Svizzera alla Partnership for Peace della NATO. Fanno parte della fondazione 36 Stati, tra cui l'Italia dal 1997, più il Cantone di Ginevra.

Il GCSP collabora regolarmente con l'Ufficio delle NU a Ginevra (UNOG).

 

Geneva Centre for the Democratic Control of Armed Forces
Centro fondato nel 2000 su iniziativa delle autorità svizzere che intende contribuire al processo di "democratizzazione" dei settori della difesa e della sicurezza nei Paesi in via di transizione o appena usciti da guerre. Democratizzazione che va innanzitutto concepita come affermazione della cultura e pratica del controllo civile delle Forze Armate.

Le attività del GCDCAF sono focalizzate sui temi della Security sector reform (SSR) e della Security sector governance (SSG).

In seno al centro è stato creato "The International security sector advisory team" (ISSAT), al fine di prestare consulenza e training in materia di SSR. Il consiglio direttivo (governing board) di tale team è costituito da Austria, Belgio, Canada, Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Norvegia, Paesi Bassi, Slovacchia, Svezia, Svizzera, la UNDP, il Dipartimento Affari Politici delle NU (lo UNDPA) e quello per le operazioni di mantenimento della pace (il DPKO).

International Center for Monetary and Banking Studies
Fondato nel 1972. L’istituto si propone di favorire il dibattito tra funzionari di banche centrali, istituti di credito privati e professori universitari. Ogni anno, nel mese di maggio, viene organizzata una conferenza a carattere internazionale. Il centro pubblica regolarmente i "Geneva report on the World economy" (l'ultimo numero affronta il tema della stabilità finanziaria internazionale).

 

International Council on Human Rights Policy
Tale ente è stato creato a metà degli anni novanta. La sede del segretariato, originariamente ubicata a Londra, venne spostata a Versoix (Ginevra) nel 1998. Il board direttivo è presieduto da Hina Jilani, rappresentante speciale del segretario generale delle NU sui difensori dei diritti umani e, tra i fondatori, nel suo Paese di origine, il Pakistan, della Commissione nazionale per i diritti dell'uomo. La gamma di argomenti trattati è estremamente vasta (ruolo della società civile, conflitto e violenza, sviluppo economico e sociale, ambiente, esclusione e discriminazione, "gender and identity", responsabilità globali, governance, stato di diritto, diritto internazionale, attori non statuali, scienza e tecnologia, istituzioni internazionali e sistema delle Nazioni Unite). L’istituto sta da ultimo esplorando il tema dei diritti umani e dei cambiamenti climatici.

 

International institute for Labour Studies (IILS)
Stabilito nel 1960 dall'Organizzazione internazionale del lavoro. Tra le pubblicazioni figurano il World of Work report nonché la rivista "International labour review".

 

Swiss network for International Studies (ex GIAN)
Dal 1 gennaio 2008 tale network (SNIS), conosciuto anche semplicemente come "le Réseau", rimpiazza formalmente il GIAN (Geneva International Academic Network). La rete è stata costituita dall'Università di Ginevra e dal già menzionato "Graduate Institute of International and Development Studies" (IHEID), in collaborazione con il Centre for Comparative and International Studies (Zurigo), l'Università di Zurigo, il World Trade Institute di Berna, lo Swiss Tropical Institute di Basilea e l'Università di San Gallo. Al fine di moltiplicare le possibilità di networking, lo SNIS ha creato nel maggio del 2008 l’Academic Council of International Geneva che riunisce i ricercatori che collaborano con organizzazioni internazionali (la maggior parte delle quali, come noto, ha sede proprio a Ginevra). La rete si propone di finanziare, in particolare, ricerche attinenti ai seguenti tre filoni: 1) ineguaglianze e Obiettivi di Svilippo del Millennio; 2) sicurezza internazionale; 3) nuove forme di interdipendenza.


69