Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

75mo anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani. Il Sottosegretario Giorgio Silli in missione a Ginevra.

HR75 mostra 2

Il sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Giorgio Silli, è in missione a Ginevra per partecipare all’evento di Alto livello per il 75esimo anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani, in corso al Palazzo delle Nazioni di Ginevra.
Il sottosegretario di Stato, che ha già avuto un incontro bilaterale con la Vice Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Nada Al-Nashif, prenderà inoltre parte da domani al Forum globale sui rifugiati 2023, in programma fino al 15 dicembre.

A margine dell’evento di Alto livello, il Sottosegretario Silli ha presentato oggi la mostra di arte contemporanea “Art and Human Rights”, esposta al Palazzo delle Nazioni di Ginevra dal 4 al 15 dicembre 2023, che, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, si inscrive nel quadro del 75esimo anniversario della Dichiarazione dei Diritti umani ed è stata promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a Ginevra, in collaborazione con l’Associazione Genesi e con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo.

La Dichiarazione dei Diritti Umani del 1948 è stata “una delle maggiori conquiste della comunità internazionale”, ha affermato il Sottosegretario Silli nel suo intervento, aggiungendo che l’odierno anniversario non è solo una celebrazione ma anche un sollecito della lotta in favore dei diritti umani in tutto il mondo, ha aggiunto. In quanto universali, i diritti umani “richiedono il costante impegno dei governi e delle comunità per la loro difesa” e l’esposizione sottolinea le sfide e le aspirazioni per la protezione dei diritti umani”, in un mondo non risparmiato da tensioni, conflitti e diffuse violazioni, ha detto il Sottosegretario di Stato. L’arte contemporanea – ha ancora aggiunto – trascende le barriere linguistiche.

Un concetto sottolineato anche dalla Direttrice Generale dell’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra Tatiana Valovaya per la quale “l’arte è un linguaggio ideale per promuovere i diritti umani” e dalle Vice Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Nada Al-Nashif, che ha ringraziato l’Italia per l’organizzazione della mostra. Presente alla cerimonia, anche la presidente dell’Associazione Genesi, Dott.ssa Letizia Moratti per la quale l’arte “che sa sempre vedere orizzonti lontani, può sicuramente aiutarci a riflettere su come costruire un futuro migliore in relazione ai diritti umani”, in particolare nel contesto attuale di una polarizzazione su specifiche questioni.