Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Impegni annunciati dall’Italia in occasione del 75° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

HR75 Pledge

Nel quadro dell’Evento di Alto Livello organizzato dall’Ufficio dell’Alto Commissario per i Diritti Umani (OHCHR) per celebrare il 75° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il Rappresentante Permanente presso le Nazioni Unite e le altre Organizzazioni Internazionali a Ginevra, Ambasciatore Vincenzo Grassi, ha annunciato oggi durante la “Pledging Session” gli impegni assunti dall’Italia per rafforzare la tutela dei diritti umani.

Nel confermare gli sforzi volti a promuovere e proteggere i diritti umani sia a livello nazionale che internazionale, l’Italia si è impegnata a dare piena attuazione alla normativa nazionale sulla disabilità, inclusa una nuova e innovativa definizione di disabilità, in linea con la Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità, a consolidare il sistema dei meccanismi nazionali volontari finalizzati a ridurre il divario di genere, nonché a favorire la partecipazione dei minori d’età ai processi decisionali sulle questioni che li riguardano.

L’Italia ha inoltre confermato il proprio sostegno all’OHCHR, anche sul piano finanziario, con particolare riferimento al programma “Human Rights Advisers”, esperti incaricati di contribuire alla diffusione della cultura dei diritti umani nelle attività delle Nazioni Unite.